Indice

La formula del successo viene raccontata in modo altisonante con diverse storie: quella dello zio milionario o la formula matematica del successo.
Al di là di questi aneddoti, ciò che davvero porta al successo in qualsiasi ambito (personale o professionale) sono il talento, l’allenamento e la passione.
In questo articolo approfondiremo questi aspetti fondanti della formula del successo e del raggiungimento dei propri obiettivi.

“Successo”: definizioni e chiarimenti

La strada per il successo

Quanto spesso siamo portati a pensare che avere tanti soldi e tanti beni o essere popolari significhi “aver avuto successo“? E quante volte abbiamo visto un personaggio famoso con bei vestiti o belle auto e ci siamo detti “lui/lei ce l’ha fatta“?
In realtà, questa formula del successo è dettata da eccessivo consumismo ed edonismo, che ci portano a desiderare più di quello di cui abbiamo bisogno.
In realtà, la parola “successo” significa proprio “ciò che viene dopo“, la conseguenza più o meno diretta di un’azione. Questo non rientra solo nella effettiva buona riuscita di un progetto o di un compito, ma anche tutti gli step intermedi che ne derivano.

Per capire meglio il valore della posticipazione del soddisfacimento di un bisogno e della valorizzazione dei piccoli sforzi, prendiamo in esame gli aneddoti di cui abbiamo parlato prima.

La formula del successo in matematica: valorizzare i piccoli traguardi

Bambina calcola la formula del successo

Sui social network asiatici è rimbalzata una formula matematica affissa nell’aula di un professore universitario.
La formula cita:

(1.01365) = 37.8

(0.99365) = 0.03

Al di là dei calcoli più o meno complessi, la sostanza è a portata di tutti!

Immaginiamo che il valore “1” sia la condizione in cui ci troviamo (in qualsiasi ambito, personale o professionale).
Nella prima formula, quindi, il valore corrisponde alla nostra situazione attuale più un 1%, ossia uno sforzo minimo di miglioramento; questo, portato avanti ogni giorno per un anno, porta ad una crescita di 37 volte il valore di partenza.
Al contrario, nella seconda formula, se il valore corrisponde alla nostra situazione attuale meno un 1%, ossia uno sforzo minimo “risparmiato”, porta ad un peggioramento che porta quasi allo zero.

Quello che si può imparare da questo aneddoto è che il miglioramento continuativo, anche se minimo, può portarti ad una crescita esponenziale. Di contro, “risparmiarsi” e non dare il proprio meglio porta inevitabilmente ad adagiarsi e a peggiorare sempre di più.

L’impegno e lo sviluppo personale sono una parte della formula del successo, ma ci sono altre componenti importanti da valutare.

Scopriamo quali.

La formula del successo: le componenti fondamentali

Le componenti del successo

Abbiamo dunque visto come piccoli miglioramenti possono portare a risultati incredibili, senza stravolgere la propria vita.

Andiamo però ad analizzare le tre componenti chiave per avere successo, che, come abbiamo detto in precedenza, sono il talento, l’allenamento e la passione.

Il talento

Il talento è il primo elemento su cui puntare per avere successo in un qualsiasi campo.
É una caratteristica, una propensione innata che ognuno di noi può sentire verso qualcosa, sia esso un gioco, uno sport o un’attività particolare.
Tutti abbiamo uno o più talenti, e se di tanto in tanto ci capita di dubitare di noi stessi o non riusciamo a trovare la nostra strada, ci sono alcuni spunti che ci possono aiutare ad individuarli:

Qual è il mio talento?

Che cosa sai fare?

Impara ad individuare quali sono i tuoi pregi, le tue capacità e ciò in cui ti senti più bravo.
Questo ti permetterà di capire ciò su cui focalizzare le tue attenzioni ed ottimizzare i tuoi sforzi.

Mente affollata da pensieri negativi

Individuare i pensieri negativi

Spesso il primo sabotatore del nostro lavoro siamo proprio noi stessi.
È importante saper individuare quali sono i pensieri negativi che indirizzi a te stesso e trasformarli il critiche costruttive o incoraggiamenti a migliorare.

Bandiera dei traguardi

Non limitarti e mettiti alla prova in diversi ambiti

Può capitare che un talento che cerchiamo di coltivare non si riveli tanto importante o tanto fruttuoso come speravamo.
Questo però non deve abbatterci, ma spronarci a ripartire e provare qualche altro ambito.

Dunque, quello che è importante in questa fase è individuare quali sono i nostri principali talenti, e puntare su di essi per costruire il nostro successo.
Però, il talento in sé non può essere sufficiente per riuscire ad avere successo; come nella parabola della Bibbia, se un talento non viene ben coltivato, si perde nel corso del tempo.
Ecco allora che subentra il secondo componente chiave della formula del successo: l’allenamento.

L’allenamento

L’allenamento è un altro aspetto fondamentale della formula del successo.
Come abbiamo detto, infatti, nessun talento può essere sfruttato al meglio se non padroneggiato tramite l’allenamento.

Naturalmente, anche l’allenamento deve essere svolto nella maniera giusta, con i giusti obiettivi e le giuste motivazioni.
Cerchiamo di individuare alcuni spunti per ottimizzare il nostro allenamento:

Porsi degli obiettivi

Porsi degli obiettivi a breve e a lungo termine

Allenarsi senza uno scopo non è produttivo, ma può rivelarsi uno sforzo inutile e poco soddisfacente.
Per ottimizzare, è importante porsi degli obiettivi (a breve o a lungo termine), cosicché si possa monitorare i propri miglioramenti.

essere costanti e tenaci

Essere costanti

L’allenamento, seppur fatto bene e con degli obiettivi, non può produrre risultati soddisfacenti se non portato avanti con costanza.
È necessario, perciò, portare avanti l’impegno di volta in volta, dedicandogli il tempo necessario.

Bandiera dei traguardi

Valorizza i tuoi risultati, piccoli e grandi

Come l’aneddoto del professore giapponese ci ha insegnato, i piccoli traguardi vanno celebrati adeguatamente man mano, per poter raggiungere anche quelli più grandi.

Quindi, abbiamo compreso come l’allenamento sia un aspetto fondamentale per affinare il proprio talento e costruire le proprie competenze.
L’ultimo aspetto della formula del successo nasce dall’unione dei primi due che abbiamo citato: la passione.

La passione

La passione

La passione è l’ultimo aspetto importantissimo della formula del successo, che come abbiamo detto è un elemento che può nascere dalla commistione del talento e dell’allenamento.
Per definizione, la passione è un’inclinazione positiva verso qualcosa (lo sport o il lavoro) o qualcuno (in senso sentimentale).
Di conseguenza, individuando i nostri talenti e coltivandoli con l’allenamento potremmo scoprire una passione per ciò che facciamo.

Vediamo alcuni spunti per capire quando sviluppiamo una passione e come farla crescere:

Curiosità per qualcosa di nuovo

Similmente a quanto abbiamo detto per il talento, sperimentare e cimentarsi in cose diverse può essere il modo giusto per trovare la propria passione.
In particolare, se c’è un campo o un ambito che suscita in noi un particolare interesse o curiosità, è facile che proprio lì si celi ciò in cui siamo portati.

Coinvolgimento e partecipazione attiva

Coinvolgimento e partecipazione attiva

Spesso quando facciamo qualcosa che ci appassiona ci sentiamo “fuori dal tempo”, siamo coinvolti da ciò che stiamo vivendo in quel momento.
Trovare un’attività che sviluppi in noi una partecipazione attiva è un ottimo indicatore di passione.

Tempo investito nelle proprie passioni

Dedicare tempo ad un’attività

Quando dedichiamo del tempo ad un’attività, la sviluppiamo e ci leghiamo ad essa.
Creando attaccamento e sviluppando la nostra passione, come con l’allenamento, la sentiremo sempre più una parte di noi.

Quindi, la passione è l’elemento che coniuga il talento e l’allenamento ad una ottimale riuscita nei propri interessi.
Al contrario, se manca la passione, anche il più duro degli allenamenti e il più cristallino dei talenti risulteranno smorzati e non del tutto ottimizzati.

Consigli per sfruttare la formula del successo

Abbiamo visto quali sono gli ingredienti della formula del successo, adesso cerchiamo di individuare quali siano le applicazioni più pratiche.
Come fare per convogliare al meglio il talento, l’allenamento e la passione per raggiungere al meglio i nostri obiettivi?

Concentrarsi sui piccoli progressi

Come abbiamo detto già più volte, saperci riconoscere i piccoli progressi ci darà più soddisfazione nel portare avanti l’impegno preso, e ridurrà il nostro senso di frustrazione.
Questo aspetto è rilevante anche per quanto riguarda l’autostima.

Ottimizzare le prestazioni

Ottimizzare il lavoro in giorni buoni e cattivi

Siamo esseri umani, capita a tutti di avere dei giorni buoni e giorni cattivi; questo però non deve influire sulla nostra produttività.
Dobbiamo quindi cercare di essere più propositivi nei giorni in cui percepiamo positività, e di limitare i danni quando abbiamo “la luna storta”.

Imparare a riaccendere la motivazione

Può capitare anche di perdere di vista l’obiettivo o di sentirci poco motivati. Possiamo però cercare di riaccendere la nostra motivazione trovando le ragioni più profonde che ci spingono ad agire, oppure pianificando i prossimi passi così da avere un percorso più strutturato e ordinato.

Scopri come adottare la formula del successo

la motivazione

Quanto abbiamo visto finora è solo una piccola parte dei consigli che si possono trovare la giusta formula per il successo, personale e professionale.


Per questo The Smart Leader offre un corso gratuito tenuto da Luca Coscelli, professionista del settore, per la crescita personale.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy