La gelosia è un sentimento che colpisce prima o poi tutti nella vita e, se non controllata, può trasformarci in persone tossiche e rovinare le nostre relazioni. Ma come gestire la gelosia?

Questo articolo può essere utile da entrambe le parti: sia per capire perché noi siamo gelosi di qualcuno, sia perché l’altra persona non ha questo atteggiamento nei nostri confronti e come possiamo aiutarla. 

Partiamo dalle basi: cos’è la gelosia?

Cos’è la gelosia

Come gestire la gelosia

A differenze dell’invidia, che è quel sentimento che ci spinge a desiderare cose che non possediamo, la gelosia è un sentimento che che invece ci spinge ad essere possessivi nei confronti di quello che possediamo. 

Nei casi meno gravi è un sentimento rivolto ad esseri inanimati (banalmente quando non vogliamo condividere dei nostri oggetti), ma nei casi peggiori può essere rivolta verso le persone che ci stanno intorno. Come spiegheremo più avanti, la gelosia è un sentimento che non va confuso con l’affetto e la fedeltà. 

Quindi non è un sentimento positivo, ma assolutamente distruttivo per gli altri e per noi. 

Un caso tipico

La gelosia tipicamente questa si manifesta quando vediamo il nostro partner o un nostro amico che socializza o dimostra interesse verso altre persone, e per questo temiamo di perderlo. In maniera del tutto irrazionale cominciamo a pensare che quella persona è nostra e di nessun altro. Sono dei pensieri che prima o poi tutti abbiamo, anche se dopo ce ne pentiamo. 

Per capire la radice del nostro problema, bisogna anzitutto capire le motivazioni che risiedono dietro a questo sentimento e, da qui, come riuscire a risolverlo. Può anche essere utile capire i diversi tipi di gelosia (di cui abbiamo parlato qui), per avere una comprensione ancora maggiore delle nostre ansie. 

Ecco quali sono le cause più comuni e come possiamo gestire la gelosia.

Le cause della gelosia

Le cause della gelosia possono essere molteplici, e risiedere anche in traumi e esperienze specifiche. Tuttavia ci sono cinque motivazioni principali per cui siamo gelosi, ma sono tutte assolutamente gestibili. 

Insicurezza

L’insicurezza il più tipico motivo per cui si è gelosi. Infatti la radice più profonda della gelosia è non sentirsi sicuri di se stessi, avere costantemente la sensazione di essere mediocri e di poter essere superati da qualcuno che sarà sicuramente migliore di noi. 

Un caso tipico è quando siamo gelosi del nostro partner: ad esempio vediamo che si interessa ad un’altra persona e subito pensiamo come questa possa essere migliore di noi, anzi lo sarà sicuramente, il nostro partner se ne innamorerà perdutamente e rimarremo soli. Un flusso di pensieri piuttosto tipico quanto irrazionale, con cui riusciamo a farci solamente del male. 

La gelosia di questo tipo si riscontra già nella primissima infanzia, quando ad esempio possediamo il primo nostro giocattolo, che è veramente nostro. E, non conoscendo bene il mondo che ci circonda, viviamo nella costante paura che qualcuno ce lo possa togliere e non abbiamo idea di cosa possa succedere. 

Come gestire la gelosia causata da insicurezza

Come possiamo gestire la gelosia che è causata dalla nostra insicurezza? La cosa migliore da fare è intraprendere un percorso di crescita personale, capendo quali sono i nostri punti di forza e perché le persone che ci circondano ci apprezzano. Una bella botta di autostima che ci fa solamente bene. 

In secondo luogo, se la gelosia è rivolta verso un’altra persona, la cosa migliore è appunto confrontarsi con la stessa. La gelosia è un sentimento così comune che non sarà difficile farci capire. L’importante è non fare in modo che la nostra insicurezza danneggi i rapporti che abbiamo con le altre persone: c’è e sappiamo che è lì, ma dobbiamo cercare di razionalizzarla e concentrarci piuttosto sulle cose che sappiamo fare bene e per cui ci facciamo amare.

Mancanza di fiducia

In modo simile all’insicurezza, anche la mancanza di fiducia è la causa più tipica della gelosia. L’importante è capire anzitutto a cosa è dovuta, ovvero se ad una causa razionale o ad una irrazionale. 

Una causa razionale può essere tipicamente un trauma subito, magari anche dalla stessa persona di cui siamo gelosi, che ci ha fatto un torto o ci ha in qualche modo traditi. Tuttavia può essere anche dovuto ad una mancanza di fiducia derivata da traumi esterni alla relazione, che però ci hanno colpito profondamente. 

Una causa irrazionale può indicare che siamo delle persone naturalmente sospettose, magari per cause trasversali che non riguardano direttamente un tradimento o un torto, ma altre esperienze che hanno minato la nostra fiducia verso il prossimo.

Come gestire la gelosia mancanza di fiducia

Come gestire la gelosia causata da mancanza di fiducia? Se la causa è esterna alla nostra relazione, ovvero riguarda un trauma passato, è importante confidarsi e farsi aiutare dalla persona stessa perché ci aiuti a recuperare quella sicurezza verso il prossimo che abbiamo perso

Se la causa è interna, ovvero è la persona stessa che ci ha fatto un torto, dobbiamo capire se è nostro interesse continuare la relazione nonostante questo e come possiamo ricostruire il rapporto di fiducia con l’altra persona. Questo ovviamente richiederà uno sforzo anche dall’altra parte, ovvero della persona responsabile della nostra mancanza di fiducia.

Se la motivazione è invece irrazionale, ovvero siamo naturalmente sospettosi oppure interpretiamo i comportamenti dell’altra persona come sospetti, dobbiamo ragionare sulle cause trasversali che hanno causato questo comportamento, confidandoci sempre con le persone interessate per chiarire questa mancanza di fiducia. 

Paura di perdere una persona e

di non bastare a se stessi

Come gestire la gelosia

Una causa tipica della gelosia, in parte collegata alla mancanza di sicurezza in se stessi, è la paura di perdere una persona amata e, soprattutto, di non poter bastare a se stessi e di rimanere soli. 

Spesso quando si intraprende una relazione, soprattutto duratura, si crea intorno a quella persona una serie di abitudini e sicurezze. Una paura quasi atavica è che, nel momento in cui questa relazione cessi di esistere, non si potrà più essere felici. E si rimarrà soli per sempre. E così si diventa gelosi dell’altra persona.

Nella realtà, a meno di non essersi fatti terra bruciata intorno, nella vita coesistono diverse relazioni, anche se non romantiche, che non ti faranno mai restare veramente soli. Inoltre basare la propria relazione con una persona solo sul fatto di non voler rimanere da soli non è una base solida, anzi.

Come gestire la gelosia causata

dalla paura della perdita

Come gestire la gelosia causata dalla paura della perdita? Anzitutto bisogna rendersi conto di tutte le persone che abbiamo intorno e che ci apprezzano, e che ci continueranno ad apprezzare comunque, anche se un’altra relazione si concluderà. Oltre a questo dobbiamo prendere consapevolezza della nostra relazione e delle sue basi, del perché l’altro ci apprezza e rincuorarci con questo pensiero. 

Se ci sono dei comportamenti che potrebbero essere evitati o che potrebbero aiutare a superare questo senso di paura e insicurezza da parte del partner, vale la pena di parlarne. Ma in generale si parla di un problema che va risolto internamente, un problema che riguarda noi. 

Un buon modo sarebbe non diventare troppo dipendenti dalla persona che ci sta accanto, ritagliarci i nostri spazi personali con le nostre passioni e i nostri interessi. Avere delle passioni e interessi indipendenti può esserci utile per rafforzare la sicurezza in noi stessi ed evitare di pensare che la nostra vita diventi un incubo senza quell’altra persona. 

Tre regole d’oro su come gestire la gelosia

Al di là dei problemi specifici, ci sono tre regole d’oro su come gestire la gelosia, che valgono in qualunque situazione. 

Non agire d’impulso

Soprattutto se si è molto emotivi, è facile essere travolti da una molti sentimenti e pensieri distruttivi. Questo succede facilmente con gli attacchi di gelosia. In quei casi la cosa peggiore da fare è agire d’impulso, arrabbiarsi e prendersela con la persona di cui si è gelosi. 

Questo provocherà solamente fastidio nell’altro, che sarà anche meno propenso ad ascoltarci. Per questo la cosa migliore è cercare di internalizzare il problema, capirne le cause e poi, se necessario, trovare momento e luogo giusto per parlarne con la persona coinvolta. Ovviamente non è necessario caricare l’altro di pressioni inutili se siamo da soli capaci di capire se si tratta di una paranoia infondata.

Parlare con la persona coinvolta

Come già anticipato, il dialogo è l’arma più potente nel nostro arsenale per combattere i nostri sentimenti di gelosia è di confrontarsi con la persona coinvolta. Questo ci permetterà non solo di razionalizzare i nostri sentimenti, ma anche di avere un nuovo punto di vista della questione. 

Per esempio potremmo capire le motivazioni dietro a certi comportamenti che ci fanno ingelosire e magari renderci conto che sono del tutto innocui. Allo stesso tempo potremmo ricevere degli utili consigli, visto che la gelosia è un sentimento, come detto, davvero comune.

Capire l’origine del problema

 

Come tutti i problemi, è una buona idea anche capire l’origine della nostra gelosia. Abbiamo già spiegato quali possono essere le cause. Ora non resta che farsi le domande giuste: abbiamo avuto un trauma pregresso? La persona con cui abbiamo una relazione è meritevole di rispetto? E via dicendo. 

Ovviamente, riagganciandoci alla questione di cui sopra, può essere sempre una buona idea rivolgerci ad una seconda persona per avere un parere esterno e non fossilizzarci sulle nostre idee o sulla nostra visione.

La gelosia è amore?

La gelosia è un sentimento di amore? Molti confondono questo sentimento di possesso con una dimostrazione di affetto sincero, che ci rende più fedeli all’altra persona. In realtà essere possessivi, insopportabilmente gelosi e sospettosi con il partner o un amico dimostra solo che abbiamo poca fiducia in questa persona e porta solamente alla distruzione della relazione con la stessa. 

Per evitare di avere questo atteggiamento, è utile intraprendere un percorso di crescita personale, così da migliorare se stessi e la propria vita. Per questo The Smart Leader offre un corso gratuito sulla Crescita Personale, tenuto dall’esperto Luca Coscelli. 

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy